Bayty Baytik "casa mia è casa tua" onlus


Organizzazione


Base

Nome e Cognome/Ragione Sociale

Bayty Baytik "casa mia è casa tua" onlus

Sito Web

baytybaytik.org

Breve Descrizione

L’ associazione Bayty Baytik nasce nel 2009 dalla volontà di un gruppo di esperti nel campo dell’educazione e propone progetti e percorsi formativi che vertono ad un approccio interculturale-pedagogico volti alla promozione, integrazione e interazione tra culture.
La mission è quella di sviluppare un’ educazione all’accoglienza, attraverso percorsi esperienziali che mirano alla conoscenza diretta dei fenomeni sociali e dei contesti culturali diversi, cercando di “disimparare il razzismo”, smantellare gli stereotipi e i pregiudizi, e fornire una testimonianza diretta di ciò che significa vivere la multiculturalità.
Bayty Baytik بيتي  بيتك  è un tipico saluto di accoglienza in lingua araba che tradotto significa “casa mia è casa tua”.
I nostri progetti di cooperazione si inseriscono nel quadro dei progetti di sviluppo nei paesi terzi ed hanno lo scopo di fronteggiare le emergenze favorendo:
ISTRUZIONE e l’accesso scolastico dei minori, come mezzo di contrasto alle povertà;
FORMAZIONE PROFESSIONALE di giovani, migliorando le opportunità di accesso al lavoro per consentire lo sviluppo di microeconomie nei villaggi attraverso idee innovative, professionalità e maestranze acquisite;
PROGETTI DI SVILUPPO AGRICOLO    e costruzione di pozzi implementando l’utilizzo e la gestione del suolo coltivabile, combattere la desertificazione e sostenere la popolazione durante i periodi di siccità;
SANITA’, garantendo strumentazioni ospedaliere di base e reclutando personale qualificato capace di fronteggiare le emergenze.
Tutti i progetti portati avanti da Bayty Baytik hanno lo scopo di offrire una concreta prospettiva lavorativa ed un’alternativa all’emigrazione di massa.
L’associazione lavora attivamente nel territorio siciliano ed ha svolto diverse esperienze nel campo della formazione giovanile con particolare attenzione alla coesione sociale di autoctoni e migranti, utilizzando metodologie inerenti all’educazione informale nell’ottica dell’accoglienza come buona prassi di convivenza civile.
A Palermo, nei quartieri a rischio, lavoriamo per lo sviluppo di iniziative e progetti volti a contrastare le povertà educative a favore dei minori. I nostri interventi pedagogici si basano su due livelli:
• Sfera familiare emotiva, relazionale e sistemica: gli operatori propongono attività e momenti di confronto per il rafforzamento dell’autostima e delle motivazioni dei bambini.
• Potenziamento didattico e trasmissione dei saperi, introducendo strumenti capaci di favorire l’apprendimento.
La metodologia applicata mira al consolidamento delle competenze attraverso l’apprendimento in situazione, connettendo il sapere all’esperienza di vita e potenziando le risorse individuali del bambino e la sua motivazione ad apprendere.